Le aule medie imprevetenti da 20 anni fa

Le aule medie imprevetenti da 20 anni fa

I tempi cambiano e l’industria automobilistica sta cambiando. Il segmento medio tradizionale è minacciato dall’estinzione, specialmente quando si tratta dei marchi di pane e burro. Quanto è diverso che vent’anni fa.

Nel 2001 – Sì, è davvero vent’anni fa – è stato ancora un SUV per rapper o persone dal Gooi e c’era un hatchback compatto o una berlina della classe media o una station wagon sul Gros dei Paschi carrai. Le hatchback compatte sono rimaste, ma la tradizionale classe media è spinta via da cross-overs e suvs. Non sorprendere in modo che sempre più marchi dubitano apertamente di conseguenza delle loro attuali middle classure, o semplicemente gettandola su un fiocco diverso. Considera, ad esempio, più croullos-contenitore Citroën C5 X e il maggiore potenziale successore della Ford Mondeo a scorrimento.

Un’OMM oscillare ad altre forme del corpo sembra essere quasi inevitabile per tali marchi se vogliono sopravvivere nel segmento medio. La scorsa decade la gente ha cercato di combattere le vendite in declino, tra le altre cose lasciando i classificatori del Medio, e soprattutto più aggressivo, ma ciò non ha avuto l’effetto desiderato. Sebbene l’attuale Ford Mondeo e Peugeot 508 assomigli se vogliono mangiarti con la pelle e lei, quasi non li vedi mai. Le persone apparentemente vogliono solo qualcosa di diverso da una classe media tradizionale. Con una certa omissione, quindi ripensiamo agli antenati progettati più modestamente, i raramente onorati eroi a quattro ruote di molte (nel frattempo una famiglia più antica).

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *